on the road —> What happened to the 54songs?

11174559_745328868913687_2430299295035077833_o
54songs band recording @ Laboratori Musicali – Lecce – ph. Giovanni Ottini (ShotALive) from the left Tobia Lamare, Francesco Pennetta, Roberto Pisacane

Versione italiana in basso

Well, it happened that while I was walking my road through the 54songs weeks I met some amazing musicians. I already told you this story, but what I didn’t tell you is that I met some others…musician. The new band didn’t stop with a new drummer and bass player but have grown up with a brass section: a trumpet (Alessandro Dell’Anna) and a saxophone (Fulvio Palese). And everything changed….

The readers of this blog know the spirit of my project, and probably love the fact that it has so many different types of sound. Every song is related to a different story and recording session. Most of them are home made, and I adore this. But when you are lucky enough to be able of turning your lo-fi, indie, folk tunes into something soul (soul like soul music from the 60’s and 70’s) you never go back.

11146394_745329318913642_8032851741676215292_o

Paolo De Vitto @ desk – Laboratori Musicali ph. Giovanni Ottini (ShotALive)

We had some rehearsals at my studio in the past months and then I organized a couple of gigs. The first one was at our house, at Lobello Records. An house concert organized with my family for our friends. We bought some wine and liqueurs, my wife cooked a delicious diner, my brother opened the gig with his psychedelic band Zeman Musica Per Adulti, and our friends were the audience. It was great. People were shocked how the sound of my songs changed so much. Some of them told me that they never thought about a soul version of my songs but they sound natural with the new arrangements. I have written soul and rhythm ‘n blues songs for years but I wasn’t aware of this. Soul music is my favorite sound. I always listen to some Motown, Stax, Atlantic records every day. I was flattered and happy and I decided to organize a second gig. A public gig this time, during a party for the Easter Bank Holiday: people danced a lot, enjoyed a lot, had so much fun and told me that the songs and the band were dynamite.

So, I decided to stop for a moment, also because I am not making a marathon. I started this project as a diary of an independent musician and turned into a groovy band. It is true I stopped to release songs many weeks ago. That is because we are currently recording the new, and also old, songs in a studio near my town (Laboratori Musicali). I have been thinking about the sense of the project now and about that I don’t want to waste any songs without my super band, and I arrived to the conclusion that the aim of the project will only be preserved keeping the diary alive and telling you, day by day, what is going on with the 54songs.

54songs is a bigger thing now than before, it was becoming too hard to handle but now it’s clear how to manage a change like this: taking it easy. Peace, love and laughs!

                                                                                                                                  x-x-x-x–x-x-x-x-x-x-x-x-x-x-x-x-x-x-x-x-x-x-x-x-x-x-x-x-x-x-x-x-x

11084231_1597865117158879_6249584430751954825_o (1)

54songs band live @ El Pasquettone – 06/04/2015 Tobia Lamare, Fulvio Palese, Alessandro Dell’Anna

Cosa è successo alle 54songs? Mentre camminavo sul sentiero delle 54songs ho incontrato dei musicisti incredibili. Questo ve l’ho già raccontato. Quello che non vi avevo detto è che dopo ne ho incontrati ancora altri…di musicisti incredibili. La nuova band non si è fermata a un nuovo batterista e bassista ma è cresciuta fino ad avere una piccola sezione fiati:sassofono (Fulvio Palese) e tromba (ALessandro Dell’Anna). I lettori di questo blog conoscono lo spirito del mio progetto, e probabilmente amano il fatto di trovare tante diverse sfaccettature nel suono. Ogni canzone è legata a una storia e a una sessione di registrazione. La maggior parte sono delle sessioni casalinghe, che personalmente adoro. Quando però hai la fortuna di trasformare i tuoi brani lo-fi, indie, folk in canzoni soul allora non torni più indietro e per un po’ abbandoni le mille sonorità.

Così, un paio di mesi fa, abbiamo fatto qualche prova nel mio studio e poi ho programmato due concerti. Il primo è stato nella nostra casa, alla Lobello Records. Un house concert organizzato in famiglia per gli amici. Abbiamo comprato un po’ di vino e di amari; mia moglie ha cucinato una cena deliziosa; mio fratello ha aperto il concerto con la sua band psichedelica Zeman Musica Per Adulti e i nostri amici erano il pubblico. E’ stato molto bello. Le persone erano quasi sconvolte da come i miei brani avessero cambiato forma e suono. Molti di loro mi hanno detto di non aver mai pensato alle mie canzoni come dei brani soul e che con i nuovi arrangiamenti erano molto naturali. Ho scritto canzoni rhythm and blues per anni e non me ne sono mai accorto! La soul music è il mio genere preferito. Non c’è giorno che passi in cui non ascolto un brano dell’Atlantic, Stax o Motown. Ero onorato e felice di tutti i complimenti e così ho organizzato un altro concerto. Un concerto pubblico durante un grande party per Pasquetta. La gente ha ballato, si è divertita ed ha fatto grandi complimenti sulla band e sulle canzoni.

11079563_1597865320492192_5239759783531393614_o

dancing and groovin’ with the 54songs band live @ El Pasquettone

Così ho deciso di fermarmi un momento, anche perchè non sto facendo una maratona. Ho iniziato questo progetto come un diario di un musicista indipendente e si è evoluto in una band piena di groove. E’ vero mi sono fermato con le canzoni molte settimane fa, perché le stiamo attualmente registrando con la full band in uno studio vicino la mia città (Laboratori Musicali). Ho pensato al senso del progetto adesso e sul fatto che non voglio sprecare nessuna canzone senza la mia nuova super band, e sono arrivato alla conclusione che l’anima del progetto può essere preservata solo mantenendo il diario vivo e raccontandovi quello che, giorno per giorno, sta succedendo con le 54songs.

54songs è molto più vivo ora che prima, è diventato più grande e difficile da gestire ma ora è abbastanza chiaro su come riuscirci: taking it easy. Peace, love and laughs!

 

Ph. Giovanni Ottini – ShotALive! – thanx a lot Sonda!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...